1968 – 1977

1968 – 1977

[wpseo_breadcrumb]

Il flusso migratorio dal Sud Italia rallenta, le “tute blu” aumentano.
Sono anni di lotte sindacali e di scioperi e anche gli anni di piombo delle Brigate Rosse, che colpiscono molte città italiane tra cui Genova.
Sono anche anni di decisivi cambiamenti nell’edilizia.
Se prima, con un facile permesso, i detriti delle demolizioni potevano anche essere riversati in mare, le nuove tutele legislative tendono a rallentare i lavori facendo perdere agli investitori quote importanti delle potenzialità dell’operazione immobiliare.
C’è una prima crisi edilizia, dovuta a queste circostanze sfavorevoli.
Verso la fine del decennio Genova gravita progressivamente
verso la sfera pubblica mentre la pianificazione di espansione urbana prosegue, segnando così l’età dell’oro dell’edilizia.
Con l’espandersi della città e della popolazione (si superano le 800.000 unità) cresce anche COSMO che si aggiudica alcuni appalti nel Levante, tra i quali l’edificazione di villette in Mulinetti, il suggestivo ponte romano di Bogliasco e numerosi lotti dell’ospedale di Sestri Levante.

 

1968

1971

  • Distributore Agip, Rapallo

1972

  • Immobili Via Ausonia 27-29, Genova
  • Cinema Eden, Via G. Torti, Genova

1973

  • Adeguamento albergo e trasformazione in palazzina, Via Mazzini 40 Bogliasco (GE)

1974

  • Ristrutturazione villa, Via D. Somma, Genova

1975

1976

  • Palazzina uso uffici ospedale, Sestri Ponente, Genova
  • Restauro ponte romano, Bogliasco (GE)

1977