Ristrutturazione e inserimento del nuovo ascensore nel convento e restauro della cripta della chiesa di S. Francesco da Paola, a Genova

Ristrutturazione e inserimento del nuovo ascensore nel convento e restauro della cripta della chiesa di S. Francesco da Paola, a Genova

Quando il Santo Francesco da Paola fece visita a Genova, nel 1483, indicò l’attuale quartiere di San Teodoro come sede per l’edificazione di una chiesa.
Quattro anni dopo il nobile Ludovico Centurione acquistò quel terreno per realizzarvi il convento dei Frati Minimi.
La chiesa venne profondamente ristrutturata e ampliata ad opera della benefattrice Veronica Spinola che, rimasta vedova, decise di dedicare la sua vita ed il suo patrimonio a questi lavori di rifacimento, che si conclusero alla fine del VII secolo. Poco prima di morire la principessa espresse il desiderio di essere sepolta nella cripta sotto l’altare, dove una cassa in legno, successivamente avvolta da una scatola di zinco, era depositata sin da allora.
Padre Pietro Migliore, ultra ottantenne Padre provinciale dell’Ordine, desiderò completare – dopo alcuni secoli – le volontà della principessa e chiese l’intervento della Cosmo per darle degna sepoltura, mantenendo fede all’antica richiesta. Venne quindi ristrutturata la cripta e posta una lapide in ricordo della benefattrice.

SPECIFICHE TECNICHE

  • Calcestruzzo
  • Mattoni pieni
  • Campate..
  • Cemento armato

La realizzazione di questa opera ha impiegato le nostre maestranze ….

I tempi di realizzazione dell’opera ….